Allo sportello, l’esperto risponde: Quando accendere l’impianto termico?

 

IMPIANTI TERMICI A CASA

 

Come posso ridurre i costi?Quando è consigliata l'accensione dell'impianto termico?

 

impianto di riscaldamentoPer riscaldare le nostre case si impiega quasi l’80% dell’energia totale che consumiamo.

Per ridurre i costi del riscaldamento è importante ottimizzare la gestione dell’impianto, modificando le nostre abitudini e compiendo scelte più efficienti nel caso di cambiamenti o innovazioni, indipendentemente dal combustibile utilizzato (gasolio, GPL, metano) e dal tipo di impianto installato (autonomo o centralizzato).

 

Accensione e spegnimento dell’impianto

Una delle prime regole a cui bisogna adeguarsi riguarda la fascia climatica di appartenenza.

Secondo la normativa (D.P.R. n. 412/1993), durante la stagione invernale la temperatura media nelle abitazioni italiane non deve superare i 20°C, con una tolleranza di 2°C. Secondo la zona climatica di appartenenza la normativa ha fissato il numero massimo giornaliero di ore di accensione dell’impianto di riscaldamento.

Zone climatiche       zone climatiche sardegna

L'Italia è idealmente divisa in sei zone climatiche (dalla zona A alla zona F). Ogni zona è caratterizzata da un indice di gradigiorno (GG), un parametro che tanto più è basso quanto più il clima è mite.

Le zone climatiche vanno dalla più calda A alla più fredda F.

 

Zona Climatica

Periodo di accensione

Orario consentito

A

1° dicembre – 15 marzo

6 ore giornaliere

B

1° dicembre – 31 marzo

8 ore giornaliere

C

15 novembre – 31 marzo

10 ore giornaliere

D

1° novembre – 15 aprile

12 ore giornaliere

E

15 ottobre – 15 aprile

14 ore giornaliere

F

Nessuna limitazione

Nessuna limitazione

 

L'appartenenza ad un'area vincola gli immobili a utilizzare il riscaldamento solo nei periodi e negli orari stabiliti dalla norma per quella zona.

L'impianto, di norma, dovrebbe essere spento dalle ore 23 alle ore 5 del mattino. Ma in caso di nuovi impianti (con un rendimento non inferiore ai valori limite di legge) è possibile mantenere l'impianto sempre acceso.

Le limitazioni di durata giornaliera del riscaldamento non si applicano nei seguenti casi:

         impianti termici a bassa temperatura come ad esempio i pannelli radianti;

         impianti termici dotati di sistema di termoregolazione della temperatura;

      impianti termici gestiti mediante "contratti di servizio energia", per i quali non è l'utente a gestire l'impianto ma una società esterna che fornisce un servizio di riscaldamento.

 

Le disposizioni sul periodo di accensione e la durata giornaliera non si applicano ad alcune particolari categorie di edifici quali ospedali, case di cura, scuole materne ed asili nido, piscine, etc.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi