Category Archives: News

Concorso Salone Franchising Milano City

 

32° SALONE FRANCHISING MILANO

Fiera Milano City, 12 – 14 ottobre 2017

 

Il 12 ottobre saremo presenti al 32° Salone del Franchising alla Fiera Milano City per scoprire se abbiamo vinto il concorso RE.START – SMART UP YOUR BUSINESS nella categoria BEST BUSINESS IDEA.

ConcorsoFieraMilano

RE.START – SMART UP YOUR BUSINESS nasce con l'obiettivo di selezionare e premiare le migliori nuove idee legate al mondo del Franchising & Retail. 

La Giuria, valuterà le candidature ed identificherà un massimo di tre nominations per ognuna delle categorie in gara.

Il progetto vincitore di ogni categoria riceverà la massima visibilità che SFM può garantire sia durante che post fiera attraverso tutti canali dell'evento (interviste dedicate, sito ufficiale della manifestazione, social network, mass media) e potrà beneficiare di una vetrina unica per promuovere il proprio progetto.

IMG-20171012-WA0007

 

 

SUAPE attivo dal 13marzo2017

ATTIVATO IL SUAPE IN SARDEGNA

SUAPE

La Regione Sardegna attiva lo Sportello Unico per le Attività Produttive e per l'Edilizia (SUAPE) dal 13 marzo 2017 (ai sensi della L.R. n. 24/2016).

Il SUAPE è una piattaforma che accentra le competenze in relazione ai procedimenti amministrativi attualmente in capo ai Suap e all’edilizia del comune sia per le attività produttive sia per i cittadini che permette la trasmissione telematica di tutte le pratiche.

 

L'intestatario della pratica potrà avviare la propria attività/intervento in:

  • 20 giorni – nei casi in cui siano previsti lavori edili soggetti a permesso di costruire e per quelli soggetti alla procedura abilitativa semplificata e comunicazione per gli impianti alimentati da energia rinnovabile (articolo 6 del decreto legislativo n. 28 del 03/03/2011); 

  • zero giorni – ovvero immediatamente dopo aver presentato la DUA per tutti gli altri casi (avvio/modifica/cessazione di attività produttiva, comunicazione avvio lavori in Edilizia Libera, SCIA, Agibilità, etc);

  • conferenza di servizi – nei casi in cui la procedura non possa andare in autocertificazione e richieda valutazioni discrezionali da parte della pubblica amministrazione (vincoli paesistici, storico-artistici, archeologici e idrogeologici, tutela ambientale, tutela della salute e della pubblica incolumità), si dovrà attendere l'esito della conferenza di servizi, convocata entro cinque giorni dall'inizio del procedimento. Salvo che siano necessarie integrazioni o modifiche, l'iter in conferenza di servizi si conclude in 15/45/90 giorni a seconda di quali amministrazioni preposte sono coinvolte.

 

Articoli correlati:

SUAPE Sardegna

NOVITA’ sulla Dichiarazione di Successione

 

NOVITA’ SULLA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE


Il Provvedimento del 27 dicembre 2016 dell’Agenzia delle Entrate introduce delle importanti novità nel campo delle Dichiarazioni di Successione e delle Volture Catastali. Il documento prevede l’approvazione del nuovo modello di dichiarazione di successione e volture catastali, delle relative istruzioni e delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica.

Dal 23 gennaio 2017 e per tutto il 2017, il nuovo modello di dichiarazione di successione e relativa domanda di voltura catastale affiancherà l’attuale modello cartaceo (Modello 4) per tutte le successioni che si sono aperte successivamente al 3 ottobre 2006. Durante questo periodo transitorio, la dichiarazione di successione potrà essere inviata in una delle due modalità:

  • per via telematica, grazie ai servizi messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate;

  • spedita tramite raccomandata o altro mezzo equivalente dal quale risulti con certezza la data di spedizione;

all’ufficio territoriale dell’Agenzia competente in relazione all’ultima residenza nota del De Cuius alla data della morte, sempre che si tratti di una prima dichiarazione.

Dal 01 gennaio 2018 la dichiarazione di successione e relativa domanda di voltura catastale, dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica mediante ai servizi dell’Agenzia delle Entrate.

 

Vincoli paesaggistici

 

Allo sportello, risponde l’esperto:

 

VINCOLI PAESAGGISTICI

 

Come faccio a sapere se il mio immobile è sottoposto a vincolo paesaggistico?

 

Il Codice dei beni culturali e del paesaggio (D.Lgs n. 42/2004) e il Piano Paesaggistico Regionale (PPR) individuano i vincoli paesaggistici presenti nel territorio nazionale e regionale. I vincoli paesaggistici definiti nel D.Lgs n. 42/2004 sono:

         le cose immobili che hanno cospicui caratteri di bellezza naturale, singolarità geologica o memoria storica, ivi compresi gli alberi monumentali;

         le ville, i giardini e i parchi che si distinguono per la loro non comune bellezza;

         i complessi di cose immobili che compongono un caratteristico aspetto avente valore estetico e tradizionale, inclusi i centri storici ed i nuclei storici;

         le bellezze panoramiche e così pure quei punti di vista o di belvedere, accessibili al pubblico, dai quali si goda lo spettacolo di quelle bellezze;

         i territori costieri compresi in una fascia della profondità di 300 metri dalla linea di battigia, anche per i terreni elevati sul mare;

         i territori contermini ai laghi compresi in una fascia della profondità di 300 metri dalla linea di battigia, anche per i territori elevati sui laghi;

         i fiumi, i torrenti, i corsi d'acqua iscritti negli elenchi previsti dal testo unico delle disposizioni di legge sulle acque ed impianti elettrici e le relative sponde o piedi degli argini per una fascia di 150 metri ciascuna; 

         le montagne per la parte eccedente 1.600 metri sul livello del mare per la catena alpina e 1.200 metri sul livello del mare per la catena appenninica e per le isole;

         i ghiacciai e i circhi glaciali;

         i parchi e le riserve nazionali o regionali, nonché i territori di protezione esterna dei parchi

         i territori coperti da foreste e da boschi, ancorché percorsi danneggiati dal fuoco, e quelli sottoposti a vincolo di rimboschimento;

         le aree assegnate alle università agrarie e le zone gravate da usi civici;

         le zone umide incluse nell'elenco previsto dal D.P.R. n. 448/1976;

         i vulcani

         le zone di interesse archeologico.

         le dichiarazioni di importante interesse pubblico delle bellezze naturali o panoramiche, notificate in base alla legge n. 778/1922; 

         gli elenchi compilati e le dichiarazioni di notevole interesse pubblico notificate ai sensi della legge n. 1497/1939; 

         i provvedimenti di riconoscimento delle zone di interesse archeologico;

         gli elenchi, le dichiarazioni di notevole interesse pubblico notificate e i provvedimenti di riconoscimento delle zone di interesse archeologico emessi ai sensi del decreto legislativo n. 490/1999.

 

Per sapere con precisione se il vostro immobile è sottoposto a vincolo paesaggistico, oltre a consultare le carte del PPR, potete richiedere il Certificato di sussistenza di vincolo paesistico all'ufficio competente nel Servizio di tutela del paesaggio della vostra provincia o della vostra regione. Alla richiesta del certificato dovranno essere allegati i documenti catastali e quelli relativi all'ubicazione dell'area interessata.

Se il certificato darà esito negativo sulla sussistenza di vincolo, non ci sarà bisogno di richiedere l'autorizzazione paesistica per apportare modifiche allo stato dei luoghi. Se, invece, l'esito sarà positivo e dunque il vincolo paesaggistico sussiste, qualsiasi intervento e qualsiasi modifica all'aspetto dei luoghi o degli edifici dovrà essere preventivamente autorizzato.

 

Pronto Ingegnere si occupa di consulenze tecniche e pratiche edilizie.

Chiedi un preventivo gratuito allo Sportello o clicca qui.

Allo sportello, risponde l’esperto: Pergole

PERGOLE E TETTOIE

 

Quale titolo abilitativo serve per realizzare una pergola?

pergolaLa definizione di pergola in materia edilizia è fornita dal Regolamento edilizio del comune di riferimento. In generale per pergola si intende una struttura leggera facilmente amovibile, ad aria passante, priva di fondamenta e destinato al riparo e/o all’ombreggiatura di superfici di modeste dimensioni.

Secondo la normativa della regione Sardegna la realizzazione di pergole ad aria passante, o combinate con tende solari, ricade tra gli interventi di edilizia libera (art. 15, comma 1 f della L.R. n. 23/1985). La realizzazione di tettoie, a differenza delle pergole, ricade tra gli interventi che necessitano di Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) (art. 10bis, comma 1 j della L.R. n. 23/1985).

Per quanto riguarda interventi da effettuare in altre regioni, è consigliato consultare il regolamento edilizio del comune di competenza e un tecnico per valutare come procedere senza incorrere in abusi edilizi, seppur inconsapevolmente.

Per chi abita in condominio potrebbe essere necessario consultare il regolamento condominiale e richiedere un nulla osta per eseguire l'intervento.

Si mette in evidenza che in aree sottoposte a vincolo paesaggistico sarà comunque necessario acquisire il nulla osta da parte della Sopraintendenza regionale prima di iniziare i lavori.

 

Quindi, per capire che titolo edilizio è necessario per tale intervento, occorre sempre consultare i regolamenti edilizi comunali e affidarsi ad un tecnico che valuti la fattibilità dell'opera, il dimensionamento della pergola (per non incidere sulla volumetria del fabbricato), il tipo di ancoraggio al suolo e i materiali utilizzabili.

 

Pronto Ingegnere si occupa di consulenze tecniche e pratiche edilizie, di progettazione e direzione dei lavori.

 

Chiedi un preventivo gratuito allo Sportello o clicca qui.

Evento Franchising 4giugno2016

EVENTO FRANCHISING

Cagliari, 4 giugno 2016 

 

Evento franchising

 

 

Pronto Ingegnere organizza un incontro informativo per illustrare il progetto Franchising e le sue modalità di adesione. 

E' lieto di invitare tutti i colleghi interessati a partecipare all'evento. 

Richiede l'invio di una e-mail di partecipazione al seguente indirizzo: info@prontoingegnere.it.

Vi aspettiamo in via XX Settembre n. 57 a Cagliari alle ore 10,00.

 

 

 

Scarica la brochure sul Franchising qui.

fb_icon_325x325  Evento Franchising FB

 

 

 

 

 

La visura camerale

LA VISURA CAMERALE

 

IMG_9821

Che cos’è?

La visura camerale ti consente di acquisire le informazioni amministrative e legali di un’impresa italiana iscritta nel registro delle imprese della Camera di Commercio.

Potrai conoscere la sede legale, l’indirizzo di posta elettronica certificata, lo stato dell’attività, il tipo di servizi esercitati, la forma amministrativa, i titolari, i soci, le ulteriori sedi operative e altre informazioni legate alla storia di una specifica impresa.

 

Come si effettua la ricerca?

La ricerca può essere effettuata per denominazione, oppure per codice fiscale o partita iva, oppure per numero REA.

Basta recarsi allo sportello di Pronto Ingegnere e la visura camerale verrà rilasciata in pochi minuti e a costi contenuti.

Aprire un B & B

Aprire un B&B

APRIRE UN BED & BREAKFAST

 

B&BChe cos'è un Bed & Breakfst?

L'attività ricettiva di B&B consente di ospitare saltuariamente turisti nella propria abitazione, senza avvalersi però di personale dipendente. L'attività B&B è regolata, in Sardegna, dall'art. 6 della L.R.n. 27 del 12 agosto 1998 e dalla delibera n. 11/6 del 30 marzo 2001.

 

Cosa bisogna fare per aprire un B&B?

Per aprire un B&B è necessario inviare al Comune in cui è sito l'immobile una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.) e il pagamento di una tassa di concessione regionale. L'avviamento dell'attività va segnalata alla Pubblica Sicurezza, alla quale vanno poi comunicati i nomi degli ospiti.

 

Quali requisiti devo possedere per aprire un B&B?

Il numero massimo delle camere da letto è tre, per un totale di sei ospiti, con la disponibilità di almeno un bagno completo di water, bidet, vasca o doccia, lavabo, specchio e presa di corrente. La camera doppia deve essere di almeno 14 mq mentre quella singola di almeno 9 mq. Devono essere previsti dei servizi accessori quali il cambio della biancheria, la pulizia delle camere, prima colazione con cibi confezionati, etc.

Devono inoltre essere verificati i parametri igienico-sanitari locali.

 

In che categorie catastali deve ricadere l'immobile per poter aprire un B&B?

Gli immobili devono appartenere alle seguenti categorie catastali:

– A/1 – Tipo signorile;

– A/2 – Tipo civile;

– A/3 – Tipo economico;

– A/4 – Tipo popolare;

– A/5 – Tipo ultra popolare;

– A/7 – Villini;

– A/8 – Ville;

– A/11 – Tipiche dei luoghi.

 

Cosa è necessario indicare nella domanda per poter aprire un B&B?

Nella domanda da presentare al Comune è necessario indicare, tra altri dati:

– la categoria catastale dell'immobile, l'ubicazione e le caratteristiche dei locali in cui si vuole svolgere l'attività;

– il numero delle camere e dei servizi igienici disponibili, con la descrizione degli arredi;

– il periodo di esercizio;

– le tariffe massime e minime che si intende applicare.

 

Pronto Ingegnere assiste il cliente in tutta la fase preliminare di verifica dei requisiti, nell'eventuale messa a norma dei locali mediante opere edilizie (Progettazione e Direzione Lavori) e nella predisposizione  S.C.I.A. da inoltrare al Comune.

Chiedi un preventivo gratuito allo sportello o clicca qui.

 

Normativa di riferimento per la Regione Sardegna: 

Legge Regionale N. 27 del 12 agosto 1998

Delibera della Giunta Regionale n. 11/6 del 30 marzo 2001

67° Fiera della Sardegna

67° FIERA CAMPIONARIA DELLA SARDEGNA

Cagliari, 25 aprile – 3 maggio 2015

 

 

pubblicità fieraDal 25 aprile al 3 maggio saremo presenti alla Fiera Campionaria della Sardegna!

 

Saremo a vostra disposizione per fornirvi pareri tecnici e preventivi rapidi e gratuiti. Chiunque sottoscriverà un preventivo usufruirà di uno sconto promozionale del 20% sulla prestazione richiesta, valido fino al 15 maggio!

 

VI ASPETTIAMO AL PADIGLIONE E (Edilizia)!

Ingresso da Piazza Marco Polo.

 

IMG-20150503-WA0009 - Copia

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi