Recapiti

icon_widget_image Lunedi - Venerdi 9:30 - 12:30, 16:30 - 19:30 Sabato - CHIUSO icon_widget_image Via Pola, 35, 09123 Cagliari CA icon_widget_image +393286690643 icon_widget_image info@prontoingegnere.it

Comunicazioni di Avvio Lavori

Cos’è la Comunicazione di Avvio Lavori? Quando serve?

La Comunicazione di Avvio Lavori (ai sensi dell’art. 15 della L.R. n. 23/1985) è da trasmettere al Comune dall’intestatario della pratica tramite lo Sportello telematico SUAPE, per i seguenti interventi:

  • opere oggettivamente precarie dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee tali da poter essere immediatamente rimosse alla cessazione della necessità e, comunque, entro un termine di utilizzazione non superiore a 120 giorni;
  • opere oggettivamente precarie dirette a soddisfare obiettive esigenze eccezionali, contingenti e temporalmente determinate, anche di durata superiore a 120 giorni, tali da poter essere rimosse immediatamente alla cessazione della necessità;
  • manufatti occorrenti per l’installazione dei cantieri temporanei finalizzati all’esecuzione di lavori da realizzare legittimamente;
  • vasche di approvvigionamento idrico e pozzi;
  • interventi volti all’efficientamento di impianti tecnologici esistenti al servizio di stabilimenti industriali;
  • muri di cinta e cancellate;
  • realizzazione di manufatti accessori con volume vuoto per pieno non superiore a 10 mc;
  • installazione di cartellonistica stradale, cartellonistica pubblicitaria e realizzazione di cavalcafossi;
  • l’installazione di allestimenti mobili di pernottamento e di pertinenze ed accessori funzionali a strutture esistenti e legittimamente autorizzate destinate all’esercizio dell’attività ricettiva all’aria aperta nel rispetto delle condizioni di cui all’articolo 6, comma 4 bis della legge regionale 14 maggio 1984, n. 22 (Norme per la classificazione delle aziende ricettive);
  • l’installazione all’interno di specchi acquei demaniali di natanti, imbarcazioni, chiatte galleggianti o altre strutture al servizio della nautica destinate a finalità turistiche o turistico-ricettive a condizione che gli allestimenti non determinino il permanente collegamento con il terreno o il fondale e gli allacciamenti alle reti tecnologiche siano di facile rimozione;
  • la realizzazione delle strutture di interesse turistico-ricreativo dedicate alla nautica che non importino impianti di difficile rimozione, destinati all’ormeggio, alaggio, varo di piccole imbarcazioni e natanti da diporto, compresi i pontili galleggianti a carattere stagionale, pur se ricorrente, mediante impianti di ancoraggio con corpi morti e catenarie, collegamento con la terraferma e apprestamento di servizi complementari.

L’avvio di tali interventi è contestuale alla trasmissione della comunicazione (avvio a zero giorni) e non necessita di alcun titolo abilitativo edilizio (salvo il rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e delle altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia e, in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all’efficienza energetica e delle disposizioni in materia paesaggistica).

Cos’è la Comunicazione di Avvio Lavori Asseverata? Quando serve?

La Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (ai sensi dell’art. 15 della L.R. n. 23/1985) consiste in una C.I.L. accompagnata da una specifica relazione, a firma di un progettista abilitato, che asseveri che le opere da realizzare sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e non in contrasto con quelli adottati e ai regolamenti edilizi vigenti e attesti il rispetto della normativa antisismica, che non vi è interessamento delle parti strutturali dell’edificio e indichi i dati identificativi dell’impresa alla quale si intende affidare la realizzazione dei lavori. I lavori sono eseguiti sotto la supervisione del direttore dei lavori che entro trenta giorni dalla conclusione degli stessi presenta apposita dichiarazione di fine lavori, attestante il rispetto di tutte le norme e delle previsioni della relazione di asseverazione.

La Comunicazione di Avvio Lavori Asseverata è da trasmettere al Comune dall’intestatario della pratica e dal tecnico incaricato tramite lo Sportello telematico SUAPE, per i seguenti interventi:

  • interventi di restauro e risanamento conservativo che non riguardino le parti strutturali dell’edificio;
  • interventi di manutenzione straordinaria che non riguardino le parti strutturali dell’edificio;
  • interventi volti all’eliminazione di barriere architettoniche che comportano la realizzazione di rampe o di ascensori esterni, ovvero di manufatti che alterano la sagoma dell’edificio;
  • interventi di risanamento dall’amianto;
  • interventi di demolizione senza ricostruzione.

L’avvio di tali interventi è contestuale alla trasmissione della comunicazione (avvio a zero giorni) e non necessita di alcun titolo abilitativo edilizio (salvo l’acquisizione preventiva di nulla osta di enti terzi).

Quanto costa?

Pronto Ingegnere si occupa della predisposizione e della trasmissione della pratica Edilizia, contattaci per un preventivo gratuito.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

L.R. n. 23/1985 e successive modifiche e integrazioni