Richiesta nulla osta paesaggistico

 

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

  

Il Decreto Legislativo n. 42/2004 art. 146 prevede la richiesta dell'autorizzazione paesaggistica per interventi da eseguirsi sugli immobili ricadenti all'interno delle zone vincolate sotto il profilo paesaggistico. Tale richiesta può avvenire secondo un procedimento ordinario che, per interventi di lieve entità, segue una procedura semplificata. Secondo le recenti semplificazioni, nei casi più semplici, addiritturanon è più richiesto alcun tipo di autorizzazione.

Chi deve richiedere l'autorizzazione paesaggistica?

I destinatari della presentazione della richiesta di autorizzazione paesaggistica sono i soggetti privati e pubblici, siano essi singoli cittadini, associazioni, imprese, enti locali, proprietari, possessori o detentori, a qualsiasi titolo, di immobili e/o aree ricadenti nei beni paesaggistici così come definiti dal suddetto decreto.

 

Per quali interventi è necessario presentare la richiesta?

Gli interventi in zone soggette a tutela paesaggistica devono essere preventivamente autorizzati. A seconda del tipo di intervento da eseguirsi, ai sensi del DPR 31/2017, si dovrà seguire la seguente procedura:

          per interventi non ricadenti nella fattispecie di interventi di lieve entità, il procedimento da seguire è ordinario;

          per interventi di lieve entità, quelli ricadenti nell'elenco di cui all' Allegato B del DPR 31/2017, il procedimento da seguire è semplificato.

          per interventi più semplici, quelli ricadenti nell'elenco di cui all' Allegato A del DPR 31/2017, non vi è alcun obbligo di richiesta di nulla osta paesaggistico.

 

Quali sono gli interventi soggetti al procedimento semplificato?

Gli interventi soggetti al procedimento semplificato sono elencati nell' Allegato B del DPR 31/2017

In particolare, per completezza di trattazione, si elencano alcuni degli interventi di lieve entità:

          incremento di volume non superiore al 10 % della volumetria esistente e comunque non superiore a 100 mc (escluse le zone territoriali omogenee A);

          interventi sui prospetti esistenti, quali aperture di porte e finestre o modifica delle aperture esistenti, realizzazione e modifica balconi e terrazze, inserimento cornicioni, parapetti, sostituzioni e modifiche scale esterne;

          interventi sulle coperture in edifici esistenti, quali rifacimento manto con materiali diversi, modifiche inclinazioni e configurazioni falde, inserimento canne fumarie, etc.

 

Quali sono gli interventi non soggetti ad alcun tipo di richiesta di nulla osta paesaggistico?

Gli interventi non soggetti al nulla osta sono elencati nell' Allegato A del DPR 31/2017

In particolare si elencano alcuni degli interventi di lieve entità:

          opere di manutenzione straordinaria interne, opere di manutenzione straordinaria esterne al fabbricato nel rispetto dei materiali e delle finiture esistenti;

          interventi di consolidamento statico nel rispetto delle caretteristiche morfologiche e dei materiali preesistenti;

          Installazione di impianti tecnologici nonsoggetti ad alcun titolo edilizio, quali condizionatori e impianti di climatizzazione dotati di unità esterna in posizioni non visibili dallo spazio pubblico.

          Installazione di pannelli solari termici o fotovoltaici, purchè integrati nellaconfigurazione delle coperture o posti in aderenza ai tetti con la stessa inclinazione e lo stesso orientamento della falda;  

          Installazione di micro generatori eolici , con altezza non superiore a ml 1.50 e diametro non superiore ad ml 1.00

(Per altri casi consulta nel dettaglio l'allegato A)

Quando deve essere presentata la richiesta di autorizzazione?

La richiesta di autorizzazione deve essere presentata prima della realizzazione di qualunque intervento da eseguirsi sugli immobili ricadenti all'interno delle zone vincolate sotto il profilo paesistico. La procedura da seguire è quella telematica attraverso il portale SUAPE e gli interventi che hanno necessità anche della autorizzazione edilizia sono oggetto di conferenza di servizi.

 

Quali costi richiede la presentazione della domanda?

Per i soggetti privati, è necessario allegare alla richiesta di autorizzazione una marca da bollo da 16,00. Alcune pubbliche amministrazioni richiedono, inoltre, il pagamento dei diritti di segreteria.

 

In quali modalità va presentata l'istanza?

La richiesta di autorizzazione può essere presentata isolo in formato telematico attraverso il SUAPE. In questo caso ènecessario allegare il modulo di assolvimento degli oneri della marca da bollo.

 

L'autorizzazione paesaggistica ha una scadenza?

L'autorizzazione è efficace per un periodo di cinque anni, scaduto il quale l'esecuzione dei progettati lavori deve essere sottoposta a nuova autorizzazione. I lavori iniziati nel corso del quinquennio di efficacia dell'autorizzazione possono essere conclusi entro e non oltre l'anno successivo la scadenza del medesimo quinquennio (ai sensi del comma 4 art. 146 D. Lgs. n.42/2004).

 

PROCEDIMENTO ORDINARIO

 

Quali documenti occorre allegare all'istanza?

L'istanza sarà costituita dai seguenti documenti allegati:

          richiesta di autorizzazione;

          elenco dei proprietari (persone fisiche e società/enti);

          elaborati tecnici progettuali e relazionali (inquadramenti territoriali – CTR, PPR, PAI, Ortofoto, PUC, etc., Piante, Sezioni, Prospetti, Documentazione fotografica, Relazione paesaggistica conforme al DPCM 12.12.2005, Simulazione fotografica, etc.);

          elenco dei vincoli presenti;

          copia C.I. proprietari;

          marca da bollo da € 16,00;

          CD con tutta la documentazione.

 

A chi deve essere trasmessa?

Una volta che il Comune riceve la richiesta di autorizzazione, entro 30 giorni, trasmette tutta la documentazione, completa dell'attestato di conformità urbanistica dell'intervento, al Servizio tutela del paesaggistica competente per territorio o all'Ente delegato. Il servizio o l'Ente delegato può richiedere all'interessato un'integrazione dei documenti. Entro 40 giorni dalla ricezione della richiesta, trasmette tutta la documentazione presentata dall'interessato, accompagnata da un propria relazione tecnica illustrativa dalla proposta di provvedimento alla Sopraintendenza. Entro 45 giorni, il Sopraintendente esprime un parere vincolante.

In caso di parere negativo, comunica all'interessato il preavviso di provvedimento negativo e entro 20 giorni dalla ricezione del parere del Sopraintendente, il Servizio tutela del paesaggistica o l'Ente delegato emette l'atto conclusivo in conformità al parere.

Nel caso in cui questo non sia reso entro 60 giorni dalla ricezione degli atti da parte del Soprintendente, il Servizio tutela paesaggistica o l'Ente delegato, sottointeso il parere favorevole, emette l'atto conclusivo

 

Entro quali termine si conclude il procedimento ordinario?

Il procedimento ordinario per la richiesta dell'autorizzazione paesaggistica si conclude in 105 giorni.

 

PROCEDIMENTO SEMPLIFICATO

 

Quali documenti occorre allegare all'istanza?

L'istanza sarà costituita dai seguenti documenti allegati:

          richiesta di autorizzazione;

          elenco dei proprietari (persone fisiche e società/enti);

          elaborati tecnici progettuali e relazionali (inquadramenti territoriali – CTR, PPR, PAI, Ortofoto, PUC, etc., Piante, Sezioni, Prospetti, Documentazione fotografica, Relazione paesaggistica semplificata, Simulazione fotografica, etc.);

          elenco dei vincoli presenti;

          copia C.I. proprietari;

          marca da bollo da € 16,00;

          CD con tutta la documentazione.

 

A chi deve essere trasmessa?

Una volta che il Comune riceve la richiesta di autorizzazione, entro 30 giorni, trasmette tutta la documentazione, completa dell'attestato di conformità urbanistica dell'intervento, al Servizio tutela del paesaggistica competente per territorio o all'Ente delegato. Il servizio o l'Ente delegato può richiedere all'interessato un'integrazione dei documenti assegnando un termine di 15 giorni. Se le integrazioni non pervengono entro tale termine, il procedimento viene comunque chiuso. Nel caso in cui le integrazioni arrivino, l'Amministrazione avvia l'istruttoria valutando la conformità dell'intervento. In caso di esito negativo, l'Amministrazione lo comunica all'interessato assegnandogli un termine di 10 giorni per la presentazione di eventuali osservazioni. Nel caso di conferma del parere negativo, l'Amministrazione rigetta la domanda. L'interessato, a questo punto, può richiedere il riesame alla Soprintendenza che decide nei prossimi 30 giorni.

In caso di parere positivo, l'Amministrazione trasmette alla Soprintendenza, unitamente alla documentazione, una proposta di accoglimento della domanda. Se il Soprintendente rilascia un parere favorevole, lo trasmette entro 25 giorni all'Amministrazione, la quale adotta il provvedimento conforme nei 5 giorni successivi. Nel caso in cui il Soprintendente non risponda entro i 25 giorni previsti, l'Amministrazione prescinde dal parere e rilascia l'autorizzazione.

 

Entro quali termine si conclude il procedimento semplificato?

Il procedimento semplificato per la richiesta dell'autorizzazione paesaggistica si conclude in 60 giorni.

 

* * *

 

Cosa succede per lavori realizzati in assenza o in difformità dall'autorizzazione paesaggistica?

In caso di lavori realizzati in assenza o in difformità dall'autorizzazione paesaggistica, i soggetti interessati dovranno richiedere l'accertamento di compatibilità paesaggistica.

 

* * *

 

Pronto Ingegnere, acquisiti tutti i documenti del caso, è in grado redige un preventivo gratuito dettagliato nel quale vengono indicate le fasi, i tempi e i costi necessari.

Chiedi un preventivo gratuito allo sportello o clicca qui.

 

 

Normativa di riferimento:

         D. Lgs. n. 42/2004, art. 146

 

Articoli correlati:

         Richiesta compatibilità paesaggistica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi