S.C.I.A. in sanatoria

SCIA IN SANATORIA

Cos'è la SCIA in sanatoria?

La SCIA in sanatoria (ai sensi dell'art. 14 della L.R. n. 23/1985), consente la regolarizzazione di abusi edilizi, ovvero di opere realizzate in assenza di SCIA o in difformità da esse.

Il presupposto indispensabile per il rilascio del permesso in sanatoria è che le opere abusive siano conformi alle norme vigenti al momento dell’abuso e nel contempo a quelle vigenti al momento della richiesta di sanatoria (la cosiddetta "doppia conformità urbanistica").

Sono esclusi gli abusi edilizi per i quali sarebbe stato necessario il permesso di costruire (e per i quali è necessario richiedere l'accertamento di conformità).

La SCIA in sanatoria è onerosa; si applica una sanzione pecuniaria pari al doppio dell'aumento del valore venale dell'immobile conseguente alla realizzazione delle opere stesse e, comunque, non inferiore a € 500,00. Il versamento della sanzione ha efficacia sanante.

La SCIA in sanatoria, consente la regolarizzazione di opere abusive di minore importanza per le quali all'epoca della realizzazione si sarebbe dovuta presentare una Segnalazione Certificata di Inizio Attivita' (SCIA), e ha un iter nettamente più breve perchè non ha bisogno dell'approvazione del Comune (a giorni zero) ma solo, eventualmente dei nulla osta degli altri uffici eventualmente competenti con la procedura della conferenza dei servizi.

 

A chi serve?

A chiunque è in possesso di un immobile che presenta delle difformità edilizie rispetto al progetto approvato e depositato al Comune. 

Essa è una SCIA autocertificata dal tecnico professionista a condizione che le opere realizzate senza i necessari permessi siano pienamente conformi alle prescrizioni urbanistiche, edilizie e igienico-sanitarie. 

 

Come si ottiene?

Nel caso sia stata verificata la condizione di sanabilità delle opere abusive, Pronto Ingegnere si occuperà di trasmettere la Segnalazione Certificata di Inizio Attivita' al Comune competente predisponendo il progetto e tutti i documenti necessari, raccogliendo le certificazioni esistenti e trasmettendo telematicamente la documentazione completa attraverso lo Sportello Unico delle Attività Produttive e dell'Edilizia – SUAPE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi