Visure e accertamenti catastali

VISURE E ACCERTAMENTI CATASTALI

 

visura catastaleChe cosa sono le visure catastali?

Le visure catastali altro non sono che i documenti di identità degli immobili. In particolare la visura catastale permette di acquisire:

   i dati e gli identificativi catastali di beni immobili;

   i dati anagrafici delle persone, fisiche e/o giuridiche, intestatarie dei beni immobili;

   i dati grafici dei terreni (mappa catastale) e delle unità immobiliari urbane (planimetrie);

   gli atti di aggiornamento catastale.

A partire dal 9 novembre 2015, le visure delle unità urbane a destinazione ordinaria, iscritte in catasto e corredate di planimetria, contengono anche la superficie dell'immobile.

 

Come e dove si richiede una visura catastale?

La visura catastale può essere richiesta presso:

   gli uffici provinciali del Territorio;

   o tramite professionisti abilitati attraverso il servizio online dell'Agenzia delle Entrate – Sister.

La richiesta della visura catastale presso gli uffici provinciali del Territorio avviene attraverso la compilazione dell'apposito modulo di richiesta e pagando i relativi diritti catastali.

 

Con quali modalità avviene la ricerca dei dati di una visura catastale?

Le modalità di ricerca dei dati catastali a disposizione degli utenti sono:

   ricerca per immobile: in questo caso la consultazione del bene immobile avviene attraverso:

l'identificativo catastale del bene, cioè la particella catastale per il Catasto Terreni (Foglio e Particella) o l'unità immobiliare urbana per il Catasto Urbano (Foglio, Particella e Sub);

l'indirizzo dell'unità immobiliare urbana. In questo caso la ricerca è però limitata all'archivio del solo Catasto Urbano.

   ricerca per soggetto: questa modalità di ricerca prevede la consultazione delle informazioni attraverso l'inserimento dei dati dell'intestatario del bene immobile, quali cognome, nome, sesso, codice fiscale, se persona fisica, denominazione legale, se persona giuridica. In questo caso la ricerca può essere eseguita sia nel Catasto Terreni e sia nel Catasto Urbano.

   ricerca per partita: la consultazione avviene attraverso l'inserimento del numero identificativo dell'intestatario di uno o più beni. In questo caso la ricerca è limitata o al solo Catasto Terreni o al solo Catasto Urbano.

   ricerca per periodo di riferimento: attraverso questa modalità di ricerca è possibile richiedere una visura catastale:

attuale, se riferita alla situazione corrente del bene immobile;

o storica, se riferita a tutte le situazioni, passate e corrente, contenute nella banca dati informatizzata.

n.b.: Si ricorda che le informazioni catastali, ad eccezione della consultazione delle planimetrie catastali, sono pubbliche e pertanto accessibili a tutti.

 

Quali sono i dati riguardanti gli immobili censiti al Catasto Terreni riportati in una visura catastale?

Nella visura catastale di un bene immobile censito al Catasto Terreni vengono riportati i seguenti dati:

Qualità: tipo di macrocoltura agraria attribuita a una particella del Catasto Terreni; qualora la particella sia suddivisa in porzioni che presentano differenti colture, viene riportata la dicitura "Modello 26" senza ulteriori dettagli;

Classe: parametro che individua il grado di produttività. Viene indicata con U (unica) quando la redditività è omogenea all'interno del Comune o con i numeri da 1 a n dove con la Classe 1 si rappresenta la classe con maggiore redditività.

Superficie:

ha, superficie in ettari di terreno;

are, superficie in are di terreno;

ca, superficie in centiare di terreno.

  Reddito dominicale: è costituito dalla parte del reddito medio ordinario ritraibile dall'esercizio delle attività agricole, spettanti ai proprietari del terreno;

   Reddito agrario: è costituito dalla parte del reddito medio ordinario dei terreni imputabili al capitale di esercizio e al lavoro di organizzazione impiegata.

 

Quali sono i dati riguardanti gli immobili censiti al Catasto Urbano riportati in una visura catastale?

Nella visura catastale di un bene immobile censito al Catasto Urbano vengono riportati i seguenti dati:

   Intestatari: cognome, nome, data e luogo di nascita e codice fiscale del proprietario del bene immobile;

   Indirizzo: ubicazione dell'immobile, comprensivo di indirizzo civico, numero, scala e interno;

   Zona censuaria: porzione omogenea del territorio comunale;

  Categoria: tipologia delle unità immobiliari presenti all'interno della suddetta zona differente per caratteristiche intrinseche che ne determinano la destinazione;

   Classe: parametro che individua la produttività delle unità immobiliari. Viene indicata con U (unica) per redditività omogenea all'interno del comune e con un numero da 1 a n al crescere della redditività;

   Consistenza: dimensione delle unità immobiliari; per abitazioni e uffici è espressa in vani, per i negozi, i magazzini e le autorimesse in metri quadrati e per gli immobili a destinazione collettiva, come ospedali, caserme, etc., in metri cubi;

   Rendita: per le unità immobiliari appartenenti alle categorie dei gruppi A, B e C, la rendita è determinata moltiplicando la consistenza per la tariffa unitaria specifica per il Comune. Per le unità immobiliari appartenenti alle categorie D e E, la rendita è determinata attraverso stima diretta.

 

n.b.: Per completezza dell'argomento trattato si evidenzia che non sempre gli intestatari del bene immobile indicati nella visura catastale corrispondono ai reali proprietari; questa situazione si verifica quando i passaggi di proprietà non sono stati regolarmente denunciati all'Agenzia delle Entrate – Territorio con voltura catastale. A titolo esemplificativo, uno dei casi più diffusi è rappresentato dalla mancata procedura di voltura da parte di eredi a seguito della denuncia di successione del De Cuius.

 

Che cos'è e come si richiede la planimetria catastale?

La planimetria catastale è una rappresentazione grafica, di norma in scala 1:200 o 1:100, di un'unità immobiliare registrata in Catasto, dalla quale si evincono i contorni, la disposizione dei locali interni, la destinazione degli stessi e i dati geometrici.

La planimetria catastale può essere richiesta dal proprietario e/o dal rappresentante legale, che devono dimostrarne la titolarità con l'atto di provenienza, o da altra persona in possesso di delega firmata presso gli uffici provinciali del Territorio e/o per via telematica attraverso il servizio online Sister dell'Agenzia delle Entrate.

Le planimetrie catastali, se presenti nell'archivio informatizzato dell’Agenzia delle Entrate, potranno essere rilasciate immediatamente al richiedente; in caso contrario sarà necessaria l'acquisizione della stessa direttamente presso l'archivio cartaceo del Catasto.

 

Allo Sportello di Pronto Ingegnere potranno essere estratte in tempo reale visure catastali e ipotecarie aggiornate e planimetrie catastali (dal sistema informatizzato dell’Agenzia delle Entrate).

 

Pronto Ingegnere si occupa di fare gli opportuni accertamenti catastali per verificare la corrispondenza tra stato di fatto e planimetria catastale del vostro immobile.

Per maggiori informazioni e per un preventivo gratuito di spesa clicca qui.


 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi